Fuso Orario

E’ in discussione in questi giorni, su proposta di alcuni Stati membri dell’Unione Europea, una “valutazione approfondita” sull’ora legale. Il motivo, a detta della eurodeputata finlandese Heidi Hautala, sarebbe che “turbare due volte l’anno l’orologio interno degli individui porta danni alla salute”.
Chissa’ cosa ne pensa il suo collega italiano Matteo Salvini, il quale giusto un anno fa scriveva un post su Facebook dicendo: <<Torna l’ora legale, panico nel PD>>.
A parte che, parafrasando la pellicola di Ficarra e Picone, dovrebbero essere un po’ tutti i partiti a temerla, l’ora legale, questa e’ una discussione che va avanti da anni, in cui si fronteggiano da un lato gli scienziati del risparmio energetico, secondo i quali spostare le lancette un’ora avanti sarebbe piu’ produttivo, specialmente per i settori turistici e per i pendolari, e dall’altro gli scienziati dell’antropologia, i quali affermano che il cambiamento d’orario e’ causa di insonnia, ansia, nervosismo, stanchezza, inappetenza, problemi cardiaci, e chissa’, buco dell’ozono, estinzione della razza umana e tempeste astrali.
Di sicuro c’e’ che spostare le lancette ha i suoi effetti sull’uomo: tutti sono contenti quando dormono un’ora in piu’ e indiavolati quando invece il sonno dura un’ora meno.
In teoria basterebbe alzarsi piu’ tardi, ma la soluzione migliore e’ sempre l’adattamento: l’essere umano e’ una macchina capace di rispondere agli stimoli e di adeguarsi, lancette avanti o meno.
Con buona pace dell’onorevole Heidi, per la quale magari allungare le giornate non sara’ produttivo come salutare le caprette.
Ad ogni modo, un risultato e’ stato gia’ raggiunto. Ora tutti sanno cosa significa circadiano: “fenomeno che presenta un ritmo quotidiano”.
Come Berlusconi in tv.
Solo piu’ di frequente pero’, lancette ed elezioni a parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error

Ti piace il mio blog? Fallo sapere anche agli altri :)